Tweet This

Dopo Finanza e Polizia chi sarà a saltare?

Dopo la Guardia di Finanza salta anche la Polizia. Almeno così pare. Tra non molto verrà la volta dei Carabinieri, poi l’Esercito, la Marina e l’Aeronautica. E la rivoluzione Prodita sarà compiuta.
Altro che Sciiti e Sauditi, e altro che l’epurazione di Berlusconi alla Rai dei bei tempi democratici che furono.
Salta il matrimonio della Falchi con Ricucci, che la carriera è ancora lunga; saltano gli scudetti uno a uno, visto che anche l’Inter comincia ad avere guai con iscrizioni ai campionati, saltano i Senatori sugli scranni perché le sedute sono interminabili e lo sfintere non gli regge e saltano pure le trattative per vendere Alitalia. Si andrà alle buste dove l’unica certa è quella di Cimoli, per ora.
Salta Funari dalla Rai, D’Alema a Ballarò e Fassino a Via delle Botteghe Oscure. Salta lo scalone e si saltano a piè pari gli scalini a Regina Coeli. Salta Capello al Real Madrid e i No-Global a Viale Vittorio Emanuele. Si saltano i tornelli negli stadi e si saltano i controlli dopo gli studi di settore. Salta l’Iraq metro dopo metro e Blair da Sua Maestà Britannica.
Salta Putin sullo scudo spaziale e Bush sull’Enterprice per venirlo a installare.
Saltano i nervi agli italiani, complice il caldo, il campionato finito e il Dpef ancora da vedere.
Solo una cosa rimane al suo posto e un’altra riesce ad andare in porto.
Bruno Vespa in seconda serata su Rai Uno e Finmeccanica che porta a casa il contratto da un fantastiliardo di dollari con il Governo Usa per fabbricare gli aeroplani.
A pagare la commessa dell’azienda di Stato saranno gli italiani, e ti pareva, i Calipari della nostra storia e gli abitanti dalle parti di Ederle.
Oppure salterà anche la base Nato?

(Pubbl. Veleno Settimanale del  24/06/07)

Iscriviti alla mia mailing list personale. (No spam, No Ads. Promesso)

* campi richiesti