2011 Odissea nel Sistema

Solo attenendoci ai fatti recenti di stretta attualità, sempre che li si voglia leggere in una chiave di lettura non omologata a quella veicolata dai media di massa, c’è la conferma, purtroppo ma inevitabilmente, di quanto pochi analisti e operatori della comunicazione, tra i quali la rivista che avete tra le mani, supponevano da tempo. L’inizio del 2011 rappresenta, e così sarà ancora di più nei prossimi imminenti mesi, uno spartiacque storico all’interno del nostro modello di vita.

Beninteso, lungi da noi voler fare predizioni e ancor meno dare certezze su un futuro che è tutto da scrivere: debenoistianamente “la storia è aperta”. Ma è fuori di dubbio che le evidenti possibilità che si delineavano all’orizzonte qualche mese addietro si stiano puntualmente verificando. Non vi è stato bisogno di fare chissà quale analisi presuntuosa, bastava verificare i dati, e ci riferiamo in particolare modo a quelli economici e geopolitici, per supporre con buona approssimazione, se non altro, la direzione verso la quale si stava andando.

Contrariamente a quanto comunicato ossessivamente, e in modi pieni di contraddizioni, da opinionisti, sedicenti economisti e politici dell’establishment, quella esplosa nel 2007 non era affatto una crisi passeggera e destinata, pur nel tempo, a rientrare entro i binari di una normalità, o prima o poi. La crisi i cui effetti sono iniziati a essere evidenti da quell’estate negli Stati Uniti, e subito dopo al resto del mondo, rappresenta di fatto la nostra uscita definitiva dal Novecento. (…)

per Ribelle MENSILE

Iscriviti alla mia mailing list personale. (No spam, No Ads. Promesso)

* campi richiesti