Tweet This

E ora che si fa?

 

 

Che l’immissione di denaro pubblico fosse semplicemente un modo per far speculare ancora sulle borse e non avrebbe portato a nulla, se non a un nuovo calo e a terrorismo finanziario globale, lo si sapeva (a meno di leggere il 99% dei quotidiani in circolazione); che la storia della surroga dei mutui sarebbe stata l’ennesima inculata per gli italiani pure; che Pannella avrebbe scioperato non mangiando fino a ottenere la votazione a oltranza sulla Rai anche; che D’Alema a baffi stretti sarebbe intervenuto alla presentazione della tv di Veltroni pure; che gli italiani a rischio povertà siano quasi a quota 15 milioni lo si poteva immaginare da un pezzo, che a Saviano prima o poi gliela avrebbero giurata anche, e forse, vista la qualità delle scorte in Italia, si può prevedere già qualcosa e fa bene il ragazzo a levarsi di torno da questo paese; che Marco Travaglio prima o poi sarebbe stato diffamato e condannato era nell’aria già da un po’, soprattutto da quando ha iniziato a mettere le mani sulle veline che altrimenti sarebbero finite in pasto al Cavaliere; che la Granbassi scegliesse Santoro e Annozero piuttosto che fare la muffa in qualche caserma dichiarando “Addio all’arma scelgo la Tv” che del resto è un’arma ancora più contundente era come vincere un tredici al totocalcio, oltre al fatto che adesso possiamo sperare anche in qualche abito meno monacale - insomma vogliamo vedere come è messa sotto; che si arrivasse alle classi separate per gli stranieri a scuola era fatto di giorni, ma che le star del governo in carica siano acclamate e individuate in Tremonti, Gelmini e Brunetta non lo si poteva proprio prevedere e soprattutto non lo si può proprio sopportare. 

È roba da voltastomaco, da fumetto, da Cinico Tv. Berlusconi si deve muovere immediatamente: c’è bisogno di un rimpasto di governo. Magari cercando tra qualche carcere dove Alemanno sta sbattendo (senza ironia) le povere meretrici d’oltre Adriatico, oppure dalle parti di qualche politichessa in cerca di cambio casacca, o ancora, e almeno, dai prossimi calendari 2009 in imminente uscita.

(Pubbl. su Veleno Settimanale del 19/10/2008)

 

Iscriviti alla mia mailing list personale. (No spam, No Ads. Promesso)

* campi richiesti