Tweet This

Relazioni clandestine: il tuo ufficio è nella media?

In un articolo curioso del Corriere della Sera on line - una di quelle tipologie di articoli, per intenderci, che risiedono costantemente nella top ten quotidiana e che fanno raggiungere al sito il traffico mostruoso di cui gode (alla faccia della informazione con la I maiuscola) - si rivela che il 43% delle donne inglesi va a letto con il collega, ovvero praticamente la metà.

Quale è secondo voi la percentuale delle italiane?

Faccio il caso di un ufficio che conosco bene. Anzi, benissimo.
Si tratta di una redazione.

Ora, ci sono 32 persone che ogni giorno ruotano in maniera fissa all’interno di questo ufficio e che, soprattutto, frequentano regolarmente il triangolo magico fax-stampante-macchinetta del caffè.
Tra queste, ci sono con certezza tre coppie clandestine (con mariti/mogli e figli). Clandestine al di fuori dell’ufficio, perché all’interno lo si sà benissimo. Dunque segnatevi sei persone sul pallottoliere. Cioè tre donne. Per ora.

Poi ce ne è un’altra. Che però è un “bonus”. Nel senso che l’elemento femminile della stessa alterna regolarmente due colleghi. Quanto la vogliamo valutare? Facciamo 2? Ok.

Poi un’altra ancora, di coppia. Che è semi-clandestina nel senso che lo sanno tutti che è una coppia ma la stessa non vuole rendere “troppo” pubblica la cosa.

Tiriamo le somme.

In totale, all’interno di questo ufficio le donne sono dodici.

Tre sono adultere.
Due non sono sposate ma hanno storie con colleghi.

Ergo: cinque. Cinque su dodici siamo in perfetta media inglese.

E ora, sollevate lo sguardo dal monitor e fate i conti: il vostro ufficio è in media o no?

UPDATE: Dimenticavo: naturalmente c'è da considerare la variabile di quelle veramente brave delle quali non si intuisce nulla, perché secondo me... 

Iscriviti alla mia mailing list personale. (No spam, No Ads. Promesso)

* campi richiesti