Tweet This

In gabbia...

Dunque, gli editoriali del giorno sono andati e pubblicati su vlm e Pm, Elisa e Valeria vanno come un treno anche su Raz, la giornata volge al free friday e Steppy appena inizia a riprendersi. Il che è un bene, visto che si prospetta un week end nel quale è cosa buona e giusta utilizzare tutto il tempo a disposizione per fare finalmente un pacco di cazzi miei nella stanza dei giochi.

Ieri sera sono stato a un compleanno. Che più che un compleanno è stato un sequestro di persona. WOLFFFFlupo10.jpg

La cinquantenne al massimo delle possibilità artificiali - peraltro ottimanente ottimizzate - aveva scelto per l'occasione un locale revival anni 80 (il che già buttava male, poiché gli anni Ottanta al massimo sono i miei di anni della giovinezza, non i suoi). Comunque. Passi la dubbia scelta, passi anche l'incolpevole macchietta del proprietario del locale e passino anche le navi alla deriva in cerca di ri-produttore equamente distribuite tra amiche della festante e amichette degli amici della festante. Passino anche la scelta musicale e la quantità sovraesposta di sandali aperti (a Roma non fa freddo, ok, ma un limite, in ogni caso, bisognerebbe mantenerlo).

Ciò che ha fatto precipitare il tutto - ora che ci penso - è stato il mix in rapida successione di trenino, spumante dolce e scartamento dei regali al centro della pista, davanti a tutti sprofondati nei puff, in un silenzio imbarazzante interrotto dai commenti convenevoli per il tentativo - malcelato - di dissimulare lo scontento per quanto ricevuto.

A questo punto ho pensato e io a cinquanta anni? Ancora a combattere con i blogger biberon-dipendenti?

Fortuna che domani c'è San Patrizio e l'Irlanda al Flaminio contro i nostri. 

Iscriviti alla mia mailing list personale. (No spam, No Ads. Promesso)

* campi richiesti