Tweet This

Le primarie... e le Tardive

Dunque ci saranno le Primarie. Quindi le Secondarie e poi le Terziarie.
E sono già previsti trabocchetti trasversali agli schieramenti onde inficiarne il risultato.
Bertinotti ha sganciato le pasionarie al nepal per fare una ampia dimostrazione di forza onde scippare a Prodi la guida della coalizione. La Sgrena e le due Simona stanno pertanto facendo un corso accelerato di kamikazarato per imbottirsi di esplosivo e intimare di farsi esplodere davanti alle urne.
Pierferdinando Casini sta svolgendo un accuratissimo lavoro di lobby per permettere a Mastella di ottenere un risultato entusiasmante e, siccome per ottobre quando si svolgeranno le consultazioni non saranno ancora chiari gli schieramenti per le Politiche 2006, l’esponente campano potrebbe tentare, forte del risultato delle primarie, di saltare il fosso all’ultimo minuto per portare le sue truppe nel Centrodestra. Mastella però non si fida, e ha già noleggiato un camper per il momento nel quale dovrà iniziare lo sciopero della fame in seguito alla scoperta dei brogli elettorali.
Francesco Rutelli ha iniziato nuovamente a girare con il motorino, segno che è entrato seriamente in campagna elettorale, come fece in occasione delle votazioni per farsi eleggere sindaco di Roma (per poi salire subito sull’auto blu, “creare i posti auto” – cioè a pagamento – e far gestire la società di raccolta oboli alla moglie).
Prodi aveva indetto le primarie, poi, dopo la vittoria alle Regionali le aveva disdette e quindi indette nuovamente per tenere a bada l’abbassamento di pressione che si verifica con il caldo. Ma c’è l’estate di mezzo, e qualche colpo di calore a ridosso del controesodo potrebbe far emergere una nuova mozione.
Inutilmente. Le primarie risulteranno nulle e senza alcuna possibilità di correzione e il Centrosinistra si affiderà a una “capo tecnico” per guidare la coalizione: tecnico nel senso di munito di grandi quantità di calce-Struzzo e cemento-Armato onde poter affrontare le Politiche con uno straccio di unione almeno fittizia.
Il tutto per permettere a Veltroni, il Walter Ego della Sinistra, di raccogliere i cocci dell’Unione, della Fed, dell’Ulivo e dei rametti affini decimati dalla falce e dal martello, per ricompattarsi sotto a un ombrello arcobaleno e muovere contro il Cavaliere e suoi Sancho Panza. Solo una nuova guerra americana, per esempio contro l’Iran, potrebbe innescare la vittoria della “Coalizione Sinistra”.
Insomma le Primarie di Prodi passeranno alla storia come le Ininfluenti per il Centrodestra. O, nel migliore dei casi, come le Tardive della prossima legislatura.

Pubblicato sul quotidiano  Linea del 26/06/2005

Iscriviti alla mia mailing list personale. (No spam, No Ads. Promesso)

* campi richiesti