Ciao

Questo è il mio sito personale

(ciò significa, in poche parole, che oltre agli articoli e ai libri e a tutto il resto, potresti trovarci anche cose che non c'entrano nulla. E che in fin dei conti sono il meglio)

I Tulliano's, Fini, le finte battaglie: fine della telenovela estiva

Questo articolo non è per i lettori de La Voce del Ribelle - che già sanno - ma per tutti gli altri che sono appassionati a una sceneggiata durata lo spazio di una estate. Come un’avventura estiva in pineta, appassionante sotto le stelle d’agosto e subito finita, appunto, il primo giorno di scuola, a settembre. Cioè ieri.

E non ci riferiamo al caffè preso assieme dai due sancho panza di Berlusconi e Fini, cioè Alfano e Bocchino (colti sul fatto, con il cornetto in bocca, dal Tg di Mentana). Non ci riferiamo poi al segretario del PRI (ma esisteva ancora?) Nucara che porta in dote al padrone venti nuovi prontissimi schiavetti. Non ci riferiamo neanche, in modo più generale, alla tratta dei Parlamentari che il Presidente del Consiglio, come sua abitudine, fa ogni volta nella quale ha bisogno di qualche voto in più, di rovesciare un governo, di comporne uno nuovo: gira con il portafoglio carico e va al mercato per comperare chi si offre di più (“chi si offre di più”: non è che Stracquadanio abbia poi detto l’indicibile). Le intercettazioni di qualche mese addietro, tra Berlusconi e i vertici Rai, nelle quali il Premier parlava di “operazione libertà” altro non erano che l’ennesima prova del suo modo di fare politica. Cosa che si ripete ancora oggi e che pertanto - questo il punto - manda in soffitta, tra i ricordi di uno scatolone vecchio, tutte le storie, i titoli di giornale, i lanci di agenzie, le dichiarazioni e le controdichiarazioni sul Governo Berlusconi pugnalato dai venti cospiratori finiani. Per carità. (…)

(per Ribelle Quotidiano)

Iscriviti alla mia mailing list personale. (Cioè: no spam, no Ads. Insomma un contatto diretto vero)

* indicates required

Quando il debito cresce... si preparano BCE e agenzie di rating

La BCE: nuova Settimana Enigmistica