Ciao

Questo è il mio sito personale

(ciò significa, in poche parole, che oltre agli articoli e ai libri e a tutto il resto, potresti trovarci anche cose che non c'entrano nulla. E che in fin dei conti sono il meglio)

Lista dei sogni

La cosa più difficile del sognare è re-imparare a farlo dopo che per anni ti hanno reso la vita difficile per farlo.

Cioè: è difficile depurarsi di tante stronzate, frustrazioni, stanchezze e velocità inutili per poter finalmente avere tempo, calma, energia, lucidità e spirito adatto a sognare. Ergo: prima cosa, fermatevi e riposatevi. Nulla può accadere. Avete tutto il tempo che volete (se quello che volete è davvero ribellarvi e cambiare) per ritrovare il mood adatto a sognare e giungere a un obiettivo fondamentale.

L’obiettivo è questo: ri-scoprire cosa vi piace fare, cosa vi emoziona. Riscoprire chi siete e cosa volete.

A me è servito tanto tempo: prima ero troppo incasinato e troppo inserito in questo meccanismo infernale. Era come se mi si fosse atrofizzata la capacità di emozionarmi, di desiderare, o cose del genere insomma ci siamo capiti.

Poi a un certo punto, dopo un bel po’, ho cominciato a riconoscermi e a riconoscere chi sono, cosa voglio, e cosa mi piace. E ho incontrato nuovamente alcune voglie che avevo e che per un verso o un altro avevo messo da parte sperando (erroneamente) che avrei trovato tempo e risorse attraverso il lavoro, per poterle fare in seguito. Errore clamoroso: la maggior parte di queste posso farle subito. Dunque devo. Perché aspettare? Aspettare cosa?

Insomma a un certo punto mi sono ricordato che per un motivo o un altro, oppure senza motivo ma semplicemente perché sì, una volta avevo pensato (o sognato) di:

  • imparare il Francese
  • scrivere i tre libri che ho in mente
  • scrivere e mettere in scena almeno uno dei due spettacoli che ho in mente (anzi no: tutti e due. Perché no?)
  • passare un po’ di tempo in un monastero
  • fare la transiberiana
  • imparare ad andare a vela oltre che continuare a pilotare aerei
  • viaggiare per piacere e non per lavoro
  • fare un format audiovisivo un po’ strano
  • fare un format audiovisivo stranissimo
  • riprendere a fare uno sport seriamente
  • dirigere un giornale non conformista
  • re-iniziare a studiare il violoncello e riprendere in mano il sax
  • ricominciare a ballare il tango
  • imparare a parlare fluentemente il latino
  • riprendere a dipingere
  • riprodurmi: voglio fare (almeno) un figlio
  • veder crescere mio figlio (e non lavorare per pagare la baby sitter che lo vedrà crescere al posto mio)
  • organizzare un circolo culturale 
  • saper fare un orto

E soprattutto: riprendere a studiare. Non so un cazzo, infatti. O quasi. So qualche cosa di alcuni argomenti, ho qualche migliaio di libri ma sono anni che voglio riprendere tre tipi di studio: filosofia, storia e arte. E se ce la faccio anche architettura e antropologia. Ma queste ultime due dopo le prime tre.

Ecco, cosa diavolo sto aspettando? E soprattutto, ci vuole un piano.

Ordine, dunque. Ma domani: adesso ho altro di meglio da fare.

Iscriviti alla mia mailing list personale. (Cioè: no spam, no Ads. Insomma un contatto diretto vero)

* indicates required

Un esperimento col buco

Le mie giornate (come proverò a fare che siano)