Ciao

Questo è il mio sito personale

(ciò significa, in poche parole, che oltre agli articoli e ai libri e a tutto il resto, potresti trovarci anche cose che non c'entrano nulla. E che in fin dei conti sono il meglio)

650cc e sentirli tutti

“Non chiamarla moto” dice il vikingo postmoderno davanti a una Guinnes ieri sera. E ha ragione, almeno a confrontarla con la sua Harley. Sul rumore, poi, non c’è proprio storia (come se sul resto ce ne fosse). La sua fa un casino e fa scattare gli allarmi delle automobili. Ciò su cui vado in giro io invece ha il rumore di una turbina e fila liscio senza una vibrazione che sia una.

Il fatto è che ci voleva un parabrezza che si alzasse e abbassasse con un click (per la signora), una copertura adeguata per quando piove, una certa facilità di parcheggio e brandeggio in città, lo schienalino (sempre per la signora) e un ampio porta tutto sotto, davanti, in mezzo e dietro. Che io non uso (ma la signora sì).

Insomma ci voleva una cosa strategica. La strategia è questa: convincerla passo passo che i viaggi in moto sono veramente la libertà fattasi velocità, vento e profumo. Poi passo passo, piano piano, arriveremo alla Gold Wing.

Ma io non smanetto più da dieci anni, dai tempi in cui non avevo una moto, ma un trapano (per chi se ne intende: roba che sotto i settemila giri sette era praticamente ferma, ma su in alto, oh, su in alto come girava…) e non potevo pretendere un passaggio estremo dai bauli e cappelliere e portatori di beuty case a tre sole tre paia di scarpe in tutto per 15 giorni così, da un momento all’altro. Dunque, per gradi.

E poi, il “coso” (chiamiamolo così), sarà per la ciclistica, per il motore in mezzo invece che sulla chiappa sinistra, per la cilindrata che non è proprio urbana, per le ruote larghe e alte, per l’Over Drive, il cambio sequenziale, il riscaldamento e i quasi 200 Km orari, scooter proprio non si può chiamare.  

Vabè, domani se ce la faccio a superare oggi vado a fare un giro. 

Iscriviti alla mia mailing list personale. (Cioè: no spam, no Ads. Insomma un contatto diretto vero)

* indicates required

Onore alla Tigre Celtica! (quick note)

E insomma non fatevi prendere per il culo sul nucleare...