Ciao

Questo è il mio sito personale

(ciò significa, in poche parole, che oltre agli articoli e ai libri e a tutto il resto, potresti trovarci anche cose che non c'entrano nulla. E che in fin dei conti sono il meglio)

Ferrara, i pomodori e la frittata stantia

Ora, che la battaglia di Ferrara sia di difficile comprensione, sia stata comunicata male (il che è strano: perché di un comunicatore come lui - con il quale sono in totale disaccordo  per il 90% delle cose che dice - un errore di questo tipo è inammissibile), sia forzatamente strumentale per arginare i voti persi dal centrodestra che andranno invece all’Udc nelle prossime elezioni e sia di difficile consenso pubblico soprattutto in quanto combattuta da uno come lui che è indubitabilmente difficile da digerire, non ci piove.

Il fatto che la maggior parte delle donne non abbiamo capito un accidente della sua battaglia (lo dimostrano le infinità di post che leggo in giro)  e gli si rivoltino contro con la femmina isteria intestina di chi non ha capito il punto, si auto-eludano il problema, abbiano paura che si tocchi una cosa che Ferrara per primo non vuole toccare (la 194), si contraddicano puntualmente - puntualmente! - per trovare uno straccio di argomentazione in grado di arginare e mascherare il fatto che non hanno capito nulla di quello che Ferrara stia facendo e perché e come e più in generale l’ipocrisia palese di non voler rendere pubblico un dibattito su un argomento privatissimo che però - immancabilmente - ha anche effetti che privati proprio non sono, è parimenti chiaro. E lo dimostra ulteriormente il fatto che non si accetta neanche di parlarne, della cosa.

Ma che si vedano in piazza scene, gesti, tormentoni, slogan, comportamenti da figli di fiori fuori stagione e femminismi di quaratanta anni addietro, è cosa tragicamente comica e avvilente. Motivo ulteriore per fare - in ogni caso - battaglie culturali.

E occhio, qui non si parla dell’argomento (non ora, almeno) ma del fatto in sé. Che è annichilente. Il deserto avanza, è vero. Ulteriore motivo per piantare e innaffiare.

 

Iscriviti alla mia mailing list personale. (Cioè: no spam, no Ads. Insomma un contatto diretto vero)

* indicates required

Il bello di noi, romanisti veri - il Romanista - il quotidiano dei tifosi piu' tifosi del mondo!

Senza parole (termovalorizzatori, incapaci, disonesti & varie)