Ciao

Questo è il mio sito personale

(ciò significa, in poche parole, che oltre agli articoli e ai libri e a tutto il resto, potresti trovarci anche cose che non c'entrano nulla. E che in fin dei conti sono il meglio)

È finita la Terza Repubblica.

Roma - 27 gennaio 2011.
Dopo Mani Pulite e dopo Mani Sporche, viene la volta di Mani Guantate (che peraltro è il nuovo libro di imminente uscita di Travaglio, Gomez e Barbacetto). Ma non si tratta di viados e preservativi, quanto della tecnica con la quale i politici hanno polverizzato ancora di  più la Terza Repubblica e che ora è finalmente svelata: cancellazione di tutte le prove e delle impronte digitali.
Dopo Tangentopoli e Mastellopoli che avevano decretato la morte della Prima e della Seconda Repubblica, infatti, i politici italiani - di nuovo e perennemente al potere grazie al blocco temporaneo di Dini prima (servito a trovare il migliore sistema elettorale possibile per l’operazione del dopo Prodi) e al Veltrusconi poi - hanno messo a punto delle tecniche sopraffine per continuare a perpetrare la Casta e al tempo stesso ciurlare nel manico della pubblica amministrazione senza dare troppo nell’occhio.
Se prima erano state le Tangenti, e dopo erano state le Piangenti, nella Terza Repubblica sono state le Conniventi ad avere la meglio.
Di comune accordo, infatti, centrodestra e centrosinistra hanno trovato il sistema di non far diminuire la spesa pubblica, di non sistemare il conflitto di interessi, di non permettere alla Magistratura di fare il suo corso e di non spedire Emilio Fede sul satellite.
E noi siamo ancora qui, ad aspettare il “puro” che deve venire, solo che nel frattempo il nostro debito procapite è aumentato, l’età pensionabile è arrivata a tripla cifra e nelle tasche non abbiamo neanche un po’ di soldi per ricaricare i telefonini nella fondina dei nostri cinturoni.

(Pubbl. su Veleno Settimanale del 27/01/2008)
 

Iscriviti alla mia mailing list personale. (Cioè: no spam, no Ads. Insomma un contatto diretto vero)

* indicates required

Totò Cuffaro aggredisce Giovanni Falcone (memento)

Stasera Live (se passate di là)