Ciao

Questo è il mio sito personale

(ciò significa, in poche parole, che oltre agli articoli e ai libri e a tutto il resto, potresti trovarci anche cose che non c'entrano nulla. E che in fin dei conti sono il meglio)

È tutta una questione di finte

No, non quelle di Maradona che fu o di Cassano che (forse) ancora sarà. Parliamo di quelle degli italiani comuni. E per comuni intendiamo di quelli che non scendono negli stadi e che non entrano nelle aule della nostra politica. Perché se è lecito farle durante una partita, le finte, e oramai è diventato lecito, quasi un vanto, farle anche alla Camera e al Senato, non si capisce il motivo per il quale non ci debba essere riconoscimento per quelle che si fanno nella vita comune.
Da quella clamorosa di Selva “sto male/sto bene” e la famosa ambulanza, alla finta di Bossi che prende il fucile a quelle della Bindi e di Letta per far credere di voler prendere il Partito Democratico. Dalle finte di Mastella che “esce/non esce” dal governo a quelle di Casini che “passa/non passa” al centrosinistra per non parlare di quelle di D'Alema che “prova/non prova” a dialogare con il Centrodestra. Dalle finte di Prodi che con triplo passo "non taglia/taglia/non taglia" le tasse a quelle di Parisi che "spara/non spara/spara" con i militari italiani all'estero.
Dalle finte di Bertinotti che “marcia/non marcia” a quelle di Berlusconi e Fini che “sono/non sono” d'accordo sulla legge elettorale. È tutta una questione di finte.
Dunque: belle, onorevoli e giuste anche la finte del tabaccaio che mette in scena il rapimento per sfuggire agli strozzini, di chi dichiara meno di centomila euro all'anno e viaggia con un'automobile che costa il doppio e più in generale degli italiani che non hanno soldi e che poi però affollano le coste della Sardegna, della Sicilia, dei paesi esotici e la corsia unica della Salerno-Reggio Calabria durante tutte le estati. Poi parlano di Vaffanculo-Day...

(Pubbl. Veleno Settimanale 09/09/2007) 

Iscriviti alla mia mailing list personale. (Cioè: no spam, no Ads. Insomma un contatto diretto vero)

* indicates required

E le WebRadio diventano due: ammazza che fatica

Ma no, non è che ho fatto tre settimane di ferie...