Ciao

Questo è il mio sito personale

(ciò significa, in poche parole, che oltre agli articoli e ai libri e a tutto il resto, potresti trovarci anche cose che non c'entrano nulla. E che in fin dei conti sono il meglio)

E basta con questa Telecom

Mentre i vertici di Telecom sono stati riconfermati per l'ottimo lavoro svolto negli ultimi anni (un po' come la storia di Cimoli trasferito da Tranitalia ad Alitalia come merito per aver affossato le ferrovie italiane) qui, sui media tradizionali e purtroppo anche sui blog che dovrebbero essere potenzialmente più onesti, ci si scanna o straccia le vesti per l'ipotetico passaggio al padrone messicano...

Ora, è un po' come discutere sul sesso degli angeli. Che differenza fa se il padrone è Tronchetti Provera o un messicano? Soprattutto, per quale diavolo di motivo un messicano dovrebbe rendere un servizio peggiore di Tronchetti Provera quando l'obiettivo dei due è il medesimo?

Vogliamo forse dire che Trochetti pensava agli italiani e a rendere un buon servizio mentre invece lo straniero messicano penserebbe solamente agli affari suoi?  

La dicotomia non è tra azienda italiana e azienda straniera, ma tra azienda e servizio pubblico.

Il primo per il profitto (ergo non a favore di un servizio sociale) mentre il secondo è per un servizio sociale.

Insomma, un minimo di onestà intellettuale, please. 

E che cazzo. 

Iscriviti alla mia mailing list personale. (Cioè: no spam, no Ads. Insomma un contatto diretto vero)

* indicates required

Mondiali in Polonia e Ucraina: cade il Governo Prodi

Strada sbagliata per il Prodi & Co.