Ciao

Questo è il mio sito personale

(ciò significa, in poche parole, che oltre agli articoli e ai libri e a tutto il resto, potresti trovarci anche cose che non c'entrano nulla. E che in fin dei conti sono il meglio)

Franca Rame piange sangue ma il culo è al caldo

Gli occhi pieni di sangue della noglobalissima Franca Rame, che in perfetta continuità con gli elettori della sinistra radicale che le hanno permesso di sedere al Senato ha votato a favore del rifinanziamento delle nostre truppe, è in realtà un atto eroico di stampo prettamente militare. Neanche fosse la figlia di un Savoia qualsiasi, la nostra eroina, ripudiata persino dal premio Nobel suo maritissimo Dario Fo, si è immolata ai doveri di poltrona per non dover tornare a fare la casalinga.

Dopo la defezione in trincea - dovuta a malore - dell’incursore Cossiga, a capo dei corpi speciali d’annata, le sorti del Governo Prodi apparivano irrimediabilmente compromesse, e non fosse stato per l’intervento da Crociati, Crocerossine, Scudocrociati e Crocifissi dell’Udc - che in perfetto stile democristiano hanno pugnalato alle spalle Berlusconi - i nostri militari ora sarebbero stati messi in salvo e rimpatriati, invece che lasciati in Afghanistan a fare da bersaglio umano per proteggere gli interessi di Bush.

Invece ora si trovano lì, e neanche a farlo apposta, c’è scappato il primo ferito. C’è chi pensa a un colpo di Stato, ovvero un ferimento auto-inferto per sottolineare la gravità della situazione, insomma una cosa tipo l’11 settembre, ma c’è anche chi legge il tutto come un segno del destino, tanto che Prodi stesso è riunito in seduta spiritica a interrogare la Pizia di Delfi per cercare di capire quanti elicotteri inviare ai nostri ragazzi.

Una cosa è certa: il Governo non è caduto e, grazie all’azione di Casini & Co. (e poi dicevano che il vero problema era causato da Follini...) si è ottenuto un duplice risultato. Da una parte sommergere nel dimenticatoio le reazioni della base della sinistra radicale che ha visto i propri politici pisciare in testa ai motivi per i quali li aveva eletti, dall’altro lato lo sfascio definitivo dell’opposizione: la Lega farfuglia, Berlusconi nicchia e An, come al solito, ...non è pervenuta.

(Pubbl. Veleno Settimanale 01/04/07)

Iscriviti alla mia mailing list personale. (Cioè: no spam, no Ads. Insomma un contatto diretto vero)

* indicates required

Sky fa ridere i polli. E questo è un post fodamentale

Gianfranco Fini sta portando Alleanza Nazionale ad essere postera di se stessa.