Ciao

Questo è il mio sito personale

(ciò significa, in poche parole, che oltre agli articoli e ai libri e a tutto il resto, potresti trovarci anche cose che non c'entrano nulla. E che in fin dei conti sono il meglio)

Un "passaggio" al call-center non si nega a nessuno...

Almeno si dovrebbe.

Tra Raz e Pm ho a che fare quotidianamente con non meno di 1000 persone da coordinare, alle quali dover rispondere, motivare, in qualche caso correggere e dalle quali - spesso - imparare.

Una delle cose più importanti che ho imparato, e che discende immancabilmente dalla presenza di un buon 80% di persone che fanno parte della mia generazione all'interno di questo migliaio, è l'assoluta inaffidabilità, l'incapacità di portare a termine una cosa autonomamente, l'imprecisione e, in senso lato, quella che inizio a chiamare sempre più spesso "sindrome da biberon".

Ora, lungi da me fare un pistolotto sulla scuola che dagli anni Sessanta a oggi, riforma dopo riforma, non ha migliorato di un millimetro il numero di laureati, o il livello medio di istruzione nella media mondiale; lungi anche il fatto di denigrare la solita società che non offfre le giuste possibilità di crescita ai gggiovani; lungi anche il fatto di porre il benché minimo dubbio sulle indubbie capacità di tutta quella generazione di genitori provenienti dal 6 politico e del permissivismo e del tutto e subito... per carità.

La verità è fuggevole, atteniamoci ai fatti.

I fatti dicono che nel momento in cui si offre una opportunità su un piatto d'argento, completamente gratis e in qualche caso anche dietro compenso, e questa realtà non la si sfrutta ma la si intende come cosa dovuta, e poi peraltro la si tradisce pure, secondo me, oggi come oggi, l'unica strada percorribile è quella del peggio.

Un passaggio in un call-center, diciamo 8 ore al giorno per 6 giorni la settimana a 650 euro al mese, e diciamo per un paio d'anni, ok facciamo tre, ecco, sarebbe la soluzione ideale per auto-togliersi il biberon dall'angolo della bocca e capire che, porca puttana, c'è il mondo che va avanti, e che se non ti aiuti da solo, nessuno ti aiuta.

Ecco, l'ho detto. 

Iscriviti alla mia mailing list personale. (Cioè: no spam, no Ads. Insomma un contatto diretto vero)

* indicates required

Ieri più 38

Ieri più 31