Ciao

Questo è il mio sito personale

(ciò significa, in poche parole, che oltre agli articoli e ai libri e a tutto il resto, potresti trovarci anche cose che non c'entrano nulla. E che in fin dei conti sono il meglio)

Giro di Guinnes?

Per forza. E il nostro vikingo post-moderno, al solito, sarà lì, al bancone del bar accanto a me (velocità doppia di bevuta, chiaro, giustificabile considerando la capienza).

Comunque. Elisa dice che gli rompo le palle. Ora, i boss sono rompipalle per definizione. Il punto è capire se rompono per rompere o rompono per fare meglio. Perché fare meglio è meglio.

Ari-comunque. Cotto. Sono cotto. E flashato da una due giorni di articoli, editoriali audio, Internet, grafiche e affini. E ora si spegne la luce e si accende quella del pub. Il pub verò però, non quello dove si fa casino in compagnia. Quello dove si sta in silenzio. Anche in compagnia si sta in silenzio. E una birra silenziosa non può essere che quella fatta col malto bruciato.

Perché brucia dentro. C'è sempre qualcosa che brucia dentro, nella solitudine. Ma il fuoco purifica. E dalle ceneri...

Ma sì, che la birra nera si porti via l'attesa, la stanchezza, la malinconia e questa merda di befana, che da quando ci sono solo i ricordi delle befane da bambini, è diventata davvero insopportabile.

Iscriviti alla mia mailing list personale. (Cioè: no spam, no Ads. Insomma un contatto diretto vero)

* indicates required

Poi dice che uno morde la mela...

Giustizia divina: esiste?