Ciao

Questo è il mio sito personale

(ciò significa, in poche parole, che oltre agli articoli e ai libri e a tutto il resto, potresti trovarci anche cose che non c'entrano nulla. E che in fin dei conti sono il meglio)

Orgogliosi di essere blogger

Quanto accade oggi nella redazione del Corriere della Sera, sia per quanto riguarda la versione cartacea (che domani non sarà in edicola) che per quella On-line (oggi ferma ai box) è paradigmatico della situazione della informazione italiana e, più in generale, di tutto l’Occidente.

La redazione, come si legge nella nota congiunta, è allarmata per “L’obiettivo ormai esplicito (da parte dell’editore, N.d.R.) di trasformare i quadri redazionali in figure manageriali che rendano conto direttamente all’azienda. In questo modo non conterebbero più la libera informazione, l’autonomia e l’indipendenza al servizio dei lettori; e il punto di riferimento diventerebbero, invece, gli interessi finanziari, politici, industriali, di marketing e pubblicità che fanno capo agli azionisti”.

Che l’editoria sia legata ai grandi gruppi finanziari, e questi a quelli politici, è cosa ormai certa. È cosa che sotto certi aspetti dovrebbe far riflettere molto già sul motivo di acquisto di un (grande) quotidiano così come sull’ascolto e sulla visione di altri media.

Insomma, il punto è: orgogliosi di essere blogger, orgogliosi di essere “quei ragazzi in pigiama che stanno cambiando il mondo”.

Anche se la nostra speranza non è già quella di combattere l’informazione tradizionale, quanto quella di affiancarla, tenerla sotto controllo, completarla al fine di impedire che la deriva economicista invada anche ciò che dovrebbe invece essere scevro da qualunque condizionamento che non fosse quello ontologico.

L’impresa (l’economia, la politica) cambia l’informazione. Non va bene. L’informazione (old o new) deve essere libera ci ricercare, informare, diffondere. E se un tentativo nei confronti di una informazione libera lo si può fare, ebbene lo si deve. Anche dalle pagine libere della blogosfera.

Iscriviti alla mia mailing list personale. (Cioè: no spam, no Ads. Insomma un contatto diretto vero)

* indicates required

Post-Zarqawi: e ora?

Rientro delle truppe. Vivi o morti.