Ciao

Questo è il mio sito personale

(ciò significa, in poche parole, che oltre agli articoli e ai libri e a tutto il resto, potresti trovarci anche cose che non c'entrano nulla. E che in fin dei conti sono il meglio)

Nodi al pettine

AGI) - Parigi, 30 mag. - I giovani, armati di bastoni e mazze da baseball, hanno attaccato la casa del sindaco di Montfermeil (Seine-Saint-Denis), Xavier Lemoine, reo di aver adottato delle misure tese a impedire la ripetizione delle violenze dello scorso novembre, fra cui una disposizione che vieta gli assembramenti con piu' di tre persone. Prima di scontrarsi con la polizia, che ha fatto uso di pallottole di gomma, i giovani hanno preso a sassate la facciata in vetro dell'edificio e cercato di scardinare il cancello. Gli incidenti sono durati circa quattro ore. I 250 agenti chiamati a far rispettare l'ordine hanno ristabilito la calma verso le 2.30.  "La violenza di questa notte dimostra che le vite della mia famiglia e dei miei sette figli sono in pericolo", ha commentato Lemoine, che e' sotto la protezione della polizia dallo scorso aprile, quando furono lanciati dei sassi contro la sua abitazione.  -

 Anche se la notizia, all'epoca, sparì dopo un po' dalle pagine dei quotidiani, il problema era ed è affatto risolto. I disagi sociali rimangono, crescono, si moltiplicano. E non vi è una che sia una iniziativa atta veramente a cambiare il corso delle cose, ovvero a ridimensionare tali disagi o a voler capire a fondo - e pertanto risolvere - i motivi che tali disagi causano.

Destra, sinistra o altrove: questo non è il punto. Pari sono, in fin dei conti, visto che sguazzano e legittimano proprio il sistema che bisognerebbe invece rifondare. Su basi nuove, ovviamente. 

Iscriviti alla mia mailing list personale. (Cioè: no spam, no Ads. Insomma un contatto diretto vero)

* indicates required

Prima candelina (quasi...)

Finalmente... persone sveglie