Ciao

Questo è il mio sito personale

(ciò significa, in poche parole, che oltre agli articoli e ai libri e a tutto il resto, potresti trovarci anche cose che non c'entrano nulla. E che in fin dei conti sono il meglio)

Come volevasi dimostrare: indecorosi.

Al di là dei toni da ricevitoria Snai e da Bar dello Sport davanti al Cinema Paradiso, al di là di grottesche e scaramantiche preparazioni per feste che non si sono poi consumate, e al di là di una euforia ingiustificata, considerate le squadre in campo, il risultato delle elezioni – oltre all’effetto pratico che vedrà notevoli difficoltà di governo, se non proprio inciuci e tecnicismi ovviamente sfavorevoli alla ripresa di un Paese in stato confusionale – conferma quanto si era paventato durante la campagna elettorale. E anche qualcosa in più.
Il primo dato è la bocciatura del governo Berlusconi, indifendibile (al di là di tentativi patetici di intellettuali e giornalisti embedded); il secondo dato è invece relativo alla bocciatura del governo Prodi, invotabile (al di là, in questo caso, di discese in campo autorevolissime, sul piano dei voti, come quelle delle maggior parte dei media e di Confindustria – già: Confindustria).

Alla incapacità e alla erroneità del primo si è aggiunta e ha pesato la vaghezza, e l’improbabilità del secondo. Insomma: nessuno dei due leader e nessuno dei due schieramenti sarebbe stato né sarà in grado di governare.

L’ultimo dato, ancora più importante, conferma l’arretratezza di un popolo che pur non avendo nulla di meglio, decide di scannarsi fino all’ultimo voto sul meno peggio, risultando profondamente diviso e ingovernabile.

L’alta affluenza alle urne e la precisa divisione a metà dei voti (al di là di premi di maggioranza e tecnicismi in grado di assegnare più o meno elementi) conferma il fatto che di fronte a due “piatti marci”, gli italiani non provano a rifiutarli e magari a dare un segnale deciso alla cucina, ma si avventano, come poveracci, sulle cipolle che gli vengono offerte.

Iscriviti alla mia mailing list personale. (Cioè: no spam, no Ads. Insomma un contatto diretto vero)

* indicates required

Re: risposta a Giovanni (per tutti)

MZ: App.to stasera